Sardegna: fondi per internazionalizzazione



La Camera di Commercio del Nord Sardegna mette a disposizione delle piccole e medie imprese, contributi a fondo perduto allo scopo di favorire la partecipazione autonoma a Fiere e Mostre in Italia e all’estero. Al contributo sono ammesse tutte le aziende del nord Sardegna che prenderanno parte a manifestazioni, Fiere, Mostre, workshop e attività di promozione, svolte in Italia e all’estero, finalizzate a promuovere l’economia locale. Altro requisito necessario è che siano regolarmente iscritte nella Cciia di Sassari e siano in regola con il pagamento del diritto camerale annuale. Al voucher potranno puntare anche i consorzi, le reti di imprese, le O.P. aventi sede nel Nord Sardegna. Saranno ammissibili le spese sostenute direttamente dai beneficiari, al netto delle imposte per l’affitto dello spazio espositivo e servizi fieristici di supporto; iscrizione al catalogo ufficiale; trasporto dei prodotti da esporre; interpretariato; viaggi con vettori aerei, navali ed altri mezzi pubblici; spese di solo pernottamento; spese di servizi resi da Camere di Commercio italiane all’estero. Il contributo non potrà essere superiore al 50% delle spese sostenute tra quelle ritenute ammissibili dal presente Regolamento, fino alla concorrenza massima di: 2mila euro per le fiere in Italia, 2.500 euro per le fiere nei Paesi europei, 3mila euro per le fiere nei Paesi extraeuropei. Con l’obbiettivo di agevolare le relazioni tra le imprese del Nord Sardegna, consorzi, reti di impresa o altri soggetti aggregati e nel caso in cui la richiesta provenga da “gruppi” formati da almeno tre imprese, l’entità del contributo sarà maggiorata.



Potrebbe interessarti anche...